#3 TRE DI TRE

E’ arrivato il nostro consueto appuntamento con la rubrica che condivido con Corvobianco
L’argomento che trattiamo oggi è: le tre volte in cui ho pensato: “NON CE LA FACCIO”.

1) Una volta in cui ho pensato di non farcela è stata quando alle medie ero INNAMORATA PERSA di un ragazzo più grande di me, timido e solitario, che faceva l’imbianchino e aveva una vespa bordeaux tutta sgangherata. Esattamente il prototipo di principe azzurro di ogni ragazzina di quell’età, no?
Ero già strana da allora..
comunque la mia timidezza e la sua, insieme facevano faville, ed ogni volta che ero in sua compagnia o che lo vedevo semplicemente passare in vespa dopo che tornava da lavoro, con i vestiti tutti sporchi di pittura, bè..quel che pensavo non una, ma innumerevoli volte è stato proprio: non ce la faccio, a farmi avanti cazzo!

2) Un’altra volta in cui ho pensato di non farcela è stato alle superiori, quando all’apertura di ogni anno scolastico era previsto un recital a cui tutte le classi dovevano partecipare dando il loro contributo artistico. Ogni anno il tema era diverso e quell’anno capitò come tema L’ACCOGLIENZA. Visto che nella mia classe c’era clima di iene, io per coerenza mi sono rifiutata di partecipare, e quando una compagna di classe (che avrei volentieri legato ad un palo con un limone in bocca e presa a frustate) mi ha iniziato a provocare, io ho pensato proprio: non ce la faccio a fare il recital, altro che accoglienza, stavolta la faccio nera e le ho scaraventato un banco addosso.
Ma vi assicuro che prima di farlo, ho resistito almeno una buona mezz’ora.

3) terza volta in cui ho pensato di non farcela, a livello fisico è stato alle cascate delle Marmore. Ero reduce da un intervento che mi aveva molto debilitata quella estate e quando ho fatto uno dei percorsi di risalita più arduo in quelle condizioni precarie, ho avuto quella che viene definita “fame d’aria”, non riuscivo più respirare, mi è sembrato davvero di soffocare.
Poi mi son ripresa ovviamente, altrimenti non sarei qui a raccontarvi di me.

Colgo l’occasione per ringraziare il mio socio, per questo viaggio che stiamo facendo insieme nelle nostre due vite.
Buonanotte a chi legge..

Annunci

22 thoughts on “#3 TRE DI TRE

  1. Rossa instabile ha detto:

    Non ce la faccio a sopportare quella tipa ipocrita 😀 (pensato questa sera)

  2. dv8888 ha detto:

    Magari un giorno riusciremo tutti a dire “la frase ‘non ce la faccio’ non esiste più nel mio vocabolario, nella mia mente, nel mio futuro!”
    Daniele Vanoncini

  3. panph ha detto:

    Fossero solo tre! XD

  4. ilgattosyl ha detto:

    ho un ricordo relativamente recente su questa frase, anzi in realtà era un “non ce la faccio più”….ma il contesto non posso dirlo perchè siamo in fascia protetta 😉

  5. lentodondolio di Caterina Vetrano ha detto:

    :O) na parola… tre? Io te ne racconto ..
    Facciamo una confessione… Mica tanto convinta di sposarmi, ma il matrimonio rapresentava la mia fuga da una famiglia molto troglodita di idee… Mi sono presentata in chiesa con 20 miniti di ritardo, mica per uso ma per terrore di presentarmi in chiesa… e mentre il sacramento prendeva forma io continuavo a dire “non ce la faccio, io scappo, ma mi saltò fuori un si di getto, Tanto per finirla, si firma in chiesa il libro del matrimonio… beh, io compilai quello del matrimonio successivo al mo di due giorni dopo… Apposi la mia firma su altro nome e il prete la prese come emozione e confisione….Sbagliai volutamente… :o)

    • crisalide77 ha detto:

      ahahahaha sei un mito Cate!

      • lentodondolio di Caterina Vetrano ha detto:

        emh… la fine è scontata… :o)

        • crisalide77 ha detto:

          che è andato tutto bene no?

          • lentodondolio di Caterina Vetrano ha detto:

            sono pronta per…. Risposarmi!!!!!!!! ;O)

            • crisalide77 ha detto:

              oddio..ma con lo stesso uomo?

              • lentodondolio di Caterina Vetrano ha detto:

                o_O wè…NO…!! INTENDEVO DIRE CHE HO UN MATRIMONIO ALLE SPALLE E OGGI a 49 anni mi sposerei davvero con criterio…non temo il matrimonio come molti affermano dopo il primmo…”una volta e mai piu'” :o) uff ho scritto alcune parti in maiuscolo ma giuro!…non urlavo mè partita la maiuscola assassina .(

                • crisalide77 ha detto:

                  Azz…e che rincoglionita che sono!
                  lo so che non urlavi 🙂
                  è bello che tu abbia fiducia nell’amore…

                  • lentodondolio di Caterina Vetrano ha detto:

                    l’ho riacquistata con tanta fatica… ma la verità è che l’altro deve essere molto paziente e non smettere mai di amare… nonostante i guai, i casini, le incomprensioni, le bugie… tutto…:o)

                    • crisalide77 ha detto:

                      e tu sei così paziente adesso?

                    • lentodondolio di Caterina Vetrano ha detto:

                      diverso… lo è stato lui. Non mi fidavo. di lui. Non sempre quello che vedi è… bisogna avere la capacità di sapersi fermare.osservare senza valutare nulla. Dicono che se perdi la fiducia in qualcuno che ami questa non la recupererai mai piu’. la verità sta nel lavoro certosino che la persona che non ha piu’ la tua fiducia svolge ogni giorno… senza doverti dimostrare sempre qualcosa… la fiducia deve essere in primo luogo la sua, quella intima con se stesso. Quando un essere umano perde la fiducia di un’altro essere umano, tradisce.se stesso.non tradisce mai l’altro che sembra abbia subito il torto. quando un uomo o una donna recuperano quella fiducia personale… allora non puoi fare a meno di risentirti tu che hai subito… il danno…(in realtà ne sei solo la conseguenza del suo fare)…come all’inizio di tutto… non so se mi capisci.

  6. crisalide77 ha detto:

    sì, credo che di aver capito.
    io l’unica cosa che so è che per tenere insieme un rapporto bisogna metterci molto impegno, non è una cosa semplice, anzi..
    però se ci è capitato di dover chiudere un rapporto ammettendo gli errori di entrambi e capendoli fino in fondo, allora forse siamo pronti anche per andare avanti e dare il nostro amore, quello che siamo in tutte le forme, a qualcun altro.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...