Trilobiti 223# Mistero di strada

“…Le dicevo che le masse muoiono per niente, anche se la loro morte, lo riconosco, li rende parte di una visione estetica che a volte la storia possiede. Pensi alle migliaia di persone che morirono a Barcellona per difendere la causa repubblicana. Cos’hanno ottenuto? Una monarchia, il che in fondo era un grande trionfo, dopo quarant’anni di dittatura. Ma questa monarchia, con grande sensibilità sociale, non li aiuta nemmeno a cercare i loro morti. E’ riuscita, certo, a far sì che le masse ottenessero una seconda vittoria: i cosiddetti governi di sinistra. Però, amico mio, il primo governo di sinistra comprese anche che c’era un mercato – naturalmente, superiore a lui – e stracciò le norme sacrosante della sicurezza sul lavoro pur di non perdere il mercato. Il secondo governo di sinistra, schiavo di multinazionali, ha ridotto i costi di licenziamento per le aziende. Mi dica lei che cazzo ci hanno guadagnato i morti. Gli unici ad avere ragione sono i realisti, come me, per esempio. Vede: io pensai tanto tempo fa che una seconda morte non mi sarebbe costata nulla, e in effetti non mi è costata nulla. D’altra parte, non vedo quali libertà individuali abbiano ottenuto le masse. Le loro libertà individuali sono zero, nessuna”.
Escolano lo guardava senza riuscire a capire.
“No, non mi guardi così, e rifletta su quanto ha perduto. Ha ottenuto qualcosa, come per esempio i matrimoni tra omosessuali, ma non credo che lei, dopo la separazione da sua moglie, abbia intenzione di sposarsi con un uomo. Ha perso il diritto di fumare. Cazzo, pure quello di fumare. Ha perso il diritto di parlare per strada con una prostituta, anche se solo per dirle che ora è. Per non parlare della povera prostituta, figlia del popolo redento, che dovrà comunicare con i clienti attraverso l’alfabeto Morse.
Come cittadino pacifico, avrà una serie di limiti che nemmeno la dittatura le imponeva. I veri dittatori sono coloro che impongono i regolamenti, glielo dico io, ma contro di loro non si fanno le rivoluzioni. Al contrario, a volte li si applaude e, naturalmente, li si paga”.

Tratto da Mistero di strada di Francisco Gonzàles Ledesma

IMGP3921

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...