Ask

Stasera son corsa ad ascoltarla, perché è da oggi pomeriggio che mi risuona dentro, nonostante sia da tanto che non la ascoltavo, mi trasmette sempre uno stato d’animo positivo questa canzone, mi ricorda Kostas, la sua perenne tosse da fumatore incallito, quando lo vedevo arrivare lungo il viale con lo zaino in spalla e il sorriso aperto, e poi il Palarock, l’odore dell’appartamento a fianco che era un misto di tabacco e di stantio, ricordi appesi ai muri, nascosti sotto la carta da parati a fiori anni ’70, confidenze sui davanzali assolati, le miriadi di bottiglie vuote sulla credenza in cucina, le pile di riviste scientifiche, mucchi di dischi in vinile e la fretta di crescere, le ore passate a parlare, a capire, a conoscerci, a volerci bene. La tua barba rassicurante, il tono della tua voce che spesso risento in me quando ho bisogno di risalire e di scrollarmi di dosso gli abissi.
Certe canzoni si portano dentro i legami che abbiamo avuto e che ancora abbiamo con chi ci ha lasciato un pezzo di sé, contagiandoci di vita per rimanerci dentro, in luoghi senza tempo, dimensioni interiori che sopravvivono nonostante la vita ci corrode.
Buonanotte a chi è nei paraggi.
Marilù

Annunci

9 thoughts on “Ask

  1. litedinnamoratoconilmondo ha detto:

    C’è una canzone che mi uccide ad ogni ascolto.
    E’ quella che amo più d’ogni altra.

    • crisalide77 ha detto:

      è troppo indiscreto chiederti che canzone è?
      Buongiorno intanto!

      • litedinnamoratoconilmondo ha detto:

        Nulla di indiscreto.
        “Invitation to the blues”, Tom Waits.
        Buongiorno a Te.

        • crisalide77 ha detto:

          stupenda..sembra che riesci a figurare tutta la scena.

          And you feel just like Cagney, she looks like Rita Hayworth
          At the counter of the Schwab’s drugstore
          You wonder if she might be single, she’s a loner and likes to mingle
          Got to be patient, try and pick up a clue

          She said “How you gonna like ‘em, over medium or scrambled?”,
          You say “Anyway’s the only way”, be careful not to gamble
          On a guy with a suitcase and a ticket getting out of here
          It’s a tired bus station and an old pair of shoes
          This ain’t nothing but an invitation to the blues

  2. russell1981 ha detto:

    Buongiorno a te. Come al solito, gran bel post nostalgico.

    E’ vero, ci sono canzoni che ti rimangono dentro, che associ ad un determinato momento del tuo passato, e che tiri fuori ogni qual volta un ricordo ti catapulta indietro nel tempo. E’ la magia della musica.

    Buona giornata 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...