Blue Monday

Oggi 16 gennaio, è il giorno più triste dell’anno nell’emisfero settentrionale. Ovviamente… lunedì. Cade il 16 quest’anno ma si tratta di ogni terzo lunedì del mese di gennaio, il terribile “blue Monday”, concetto inventato dallo psicologo inglese Cliff Arnall che nel 2005 mise a punto un’equazione matematica che spiegherebbe le ragioni per le quali questa giornata è considerata la più deprimente dell’anno, e gli elementi di questa equazione sono: l’insieme di condizioni metereologiche sfavorevoli, freddo e lunghe ore di buio,  le giornate corte, i festeggiamenti natalizi ormai alle spalle, i sensi di colpa per aver speso troppi soldi durante le vacanze o mangiato troppo e infine, il lavoro, che è ricominciato freneticamente. Voi siete d’accordo? Ma ve le immaginate orde di persone depresse, tutte  lo stesso giorno? ovviamente tutte persone che vivono nell’emisfero settentrionale, perchè se siete nell’altro emisfero allora vi starete scialando più che mai per poter equilibrare questa equazione.
Se vi sentite “blue”, vuol dire che siete malinconici,  Blue non si riferisce al colore ma vuol dire triste, depresso. Avete presente la musica blues? questo genere nasce dal canto degli schiavi afroamericani impegnati nelle piantagioni e il nome deriva dall’espressione: to have the blue devils (“avere i diavoli blu”) ovvero “essere tristi”. Così il Blue Monday non è un giorno in cui vestirsi di blu, ma un giorno triste. Ma per chi lo è? Si raccolgono testimonianze sull’andamento del vostro Blue Monday.
La cosa che però ci può consolare è che esiste anche un giorno più felice dell’anno, ma per quello dobbiamo aspettare a giugno, sempre secondo questi geni della lampada.
Colgo l’occasione per mettere un pezzo blues le cui vibrazioni arrivano molto in profondità, almeno per me.

There is no blue without yellow and without orange. (Vincent Van Gogh)

 

Annunci

10 thoughts on “Blue Monday

  1. ysingrinus ha detto:

    Gran bella canzone.

  2. Gintoki ha detto:

    Il blu è il mio colore preferito e questo mi basta.

  3. Massimo Orsi ha detto:

    Sono un patito di musica Blues ed oggi sono pure depresso (ma mi capita anche in altri giorni dell’anno ….che fare? Aspetto Giugno…… 😉

    • crisalide77 ha detto:

      Ciao Massimo! Io direi che più che aspettare giugno, ci rifacciamo subito, mettiamo un altro pezzo blues e sporchiamoci di blu fino a ridere a crepapelle. 🙂

      • Massimo Orsi ha detto:

        ti seguo a metà….in questo momento sto ascoltandom un disco di blues (The Hot Spot colonna sonora del film omonimo con John Lee Hooker chitarra e voce e Miles Davis alla tromba…) ma proprio non mi riesce di ridere ….ormai sono irrecuperabile …..ora metto su R.L. Burnside e poi vado a nanna….. ciao e felice di aver scambiato con te qualche parola , a presto !!!

  4. Grazie di essere passata dal mio blog. Amo molto il blues.
    Buona serata
    Alexandra

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...