Pensieri sparsi 

Se avessi perso la facoltà di pensare, oltre al cuore, allora non avrei pensato che il tipo davanti a me alla cassa del supermercato si meritava una testata ben assestata, ma non solo lui! Penso che avrei bisogno di parecchie teste per poter dare tutte le testate che vorrei dare. Le persone meritevoli sono parecchie, soprattutto in queste ultime settimane.

Almo ha appoggiato la zampetta sulla roccia ed ha avvicinato il visetto al plexiglass della vasca e mi ha guardata con uno sguardo che diceva esattamente queste parole: “hey, ma hai dimenticato la promessa che ci hai fatto a fine ottobre? ci avevi detto che se fossimo sopravvissute all’inverno e ci fossimo svegliate dal letargo, ci avresti comprato una vasca più grande.  Lo vedi che siamo vive? Hai notato che siamo delle provette nuotatrici o ti sfugge qualcosa? Quindi vedi di mantenere la promessa che ci hai fatto, alza quel culo  e onora la tua promessa, o pensi che visto che siamo piccole e non possiamo urlare,  e prenderti a bastonate, hai forse il diritto di calpestare i nostri diritti tartarugheschi?”

Ecco, ci manca solo il sindacato delle tartarughe che mi piomba in giardino e mi fa un sit-in di protesta e abbiamo completato il quadro disastroso di questo periodo.

Però ci sono delle rose che fa quasi male guardarle.

I pensieri si fermano dove non dovrebbero sostare ed io sento di non sentire nulla e l’unica cosa che riesco a dire è: fino a quì tutto bene, per quel che è diventato il bene. Stavolta nonostante tutto e se il tutto è questo, allora devo iniziare a preoccuparmi, ma non lo faccio. E il fatto che non mi preoccupo, è l’unica cosa che so davvero.

Questo è il mese delle rinunce. Niente alcol, niente sigarette, niente dolci e niente amore, ah dimenticavo, il quarto elemento non c’era nemmeno prima di questo mese, ma son bazzeccole, mettiamolo in lista lo stesso, non sia mai gli venisse in mente di farsi vivo.

4 Divieti assoluti. Il perchè di tutto questo? Dovrei spiegarvi chi sono, ma ce l’abbiamo un paio d’anni a disposizione? Non credo,  e poi vi interesserebbe davvero sapere chi sono? Non credo. Allora vi dico soltanto che ogni tanto lo faccio, mi impongo delle rinunce, mirate, per la sottoscritta sono rinunce mirate, magari voi siete astemi, salutisti, non fumate, non vi piacciono i dolci non avete nessun problema a rinunciare ad una di queste 4 cose, ma per me è tosta! E lo voglio fare. Devono essere cose a cui tengo, che mi piacciono, che mi fanno stare bene, che allentano la tensione.  Zack..tagliamo! E stavolta niente sconti, prendiamo tutto il blocco insieme e vediamo fin dove riesco ad arrivare. E dopo aprile, che è stato un mese di estrema socialità e di vita dissoluta,  maggio sarà il mese dell’ a-sociale, ho deciso di ridurre i rapporti sociali al minimo indispensabile, fa parte  anche questo delle rinunce. E sto notando che non mi fa affatto male, soprattutto se sono polemica incazzata e se ho il vizio di dire quello che penso senza filtri. Mi risulto quasi insopportabile io stessa a me stessa in questa fase lunare, primaverile, e mettiamoci anche umorale, sconclusionata, delirante e insonne.

Non so come concludere questo post, non penso ci voglia una formula particolare..vi auguro solo una dolce notte e vi dedico il tramonto di questa sera..

IMG_20170505_194941

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...