Sfigamenti vari

Se il vostro vicino di casa vi chiede se gli potete cambiare 20 euro, almeno con due 5 e una 10, perchè deve prendere le sigarette al distributore, voi ditegli di no.
Lui non sa che io devo resistere altri 15 giorni prima di accendermene una.
Lui non sa che non tocco un sorso d’alcol dal moscow mule e da quel mojito zen che non aveva un emerita cippa di zen.
Lui non sa che la mia buddità è scesa a ranghi bassissimi e che potrei anche rifondare i Tupac Amaru e buttare alle ortiche quel poco che c’è.
Ma io da brava vicina di casa, gli ho cambiato i soldi e li ho messi dove?
Sul tavolo ovviamente.
Solo che lui, mr ciuffo laccato, (che in confronto Elvis sarebbe sembrato uno sfigatello alle prime armi), mi ha guardato con sguardo quasi terrorizzato e mi ha detto in tono preoccupato: “Non mettere i soldi sul tavolo!”
Io l’ho guardato stupita, perchè davvero in quel momento non avevo capito la ragione di quell’ordine misto a paura.
Allora gli ho giustamente chiesto: “ma perchè?”
E lui mi ha risposto: “perchè mettere i soldi sul tavolo PORTA MALE!”
Io son scoppiata a ridere, e lì, ho sfidato il dio del malocchio, giuro che non era mia intenzione farlo, ma è andata esattamente così.
Malocchio God mi ha messa in lista di vittima prescelta per aver osato contravvenire ad una legge funesta, una delle tante elencate nel libro delle superstizioni.
Gli ho detto: “ma stai scherzando, vero?”
E lui con tono serio, mi ha risposto:” no, no…guarda che è vero!”
Il punto è, che i soldi ormai li avevo messi sul tavolo e mi son chiesta anche dove avrei dovuti metterli, per terra? darglieli direttamente in mano?
Comunque il tipo va a comprare le sigarette e nel frattempo io decido di offrirgli una fetta di torta. Ora se per caso vi starete chiedendo, perchè faccio le torte quando non ne posso mangiare, poichè i dolci fanno parte delle 4 rinunce di maggio. La risposta è che rinunciare, vuol dire anche mettersi alla prova e fare le cose per gli altri, giusto per essere più buoni. Ma voi ci credete? Io manco un poco, ma comunque ho fatto un dolce, perchè mi andava di farlo, anche se sapevo benissimo che non avrei potuto mangiarne neanche un pezzetto, un atto da vera masochista. E mentre volevo prendere la paletta per tagliare la torta, ho iniziato a rovistare forsennatamente nel cassetto delle posate, ed ecco che Malocchio God ha calato la falce.
E zack! un coltello affilato mi ha tagliato un dito, talmente in profondità che ho quasi pensato di essere stata presa in un film splatter come protagonista.
Io non sono superstiziosa, ma il mio vicino di casa mi ha davvero portato sfiga.
Sarei quasi stata tentata di frizionare la torta col mio sangue e dirgli che era succo di fragole di stagione.

Annunci

19 thoughts on “Sfigamenti vari

  1. ilgattosyl ha detto:

    dovresti riempire un bicchiere di vodka….e buttarlo alle spalle prima di averlo bevuto…
    (però potrebbe funzionare anche come disinfettante per il dito…)

  2. Gintoki ha detto:

    È la prima volta che sento questa roba 😐

    Mi sa che è il vicino che porta male e tenta di dare la colpa ad altre circostanze.

  3. Jeremy Merrick ha detto:

    La sfiga non esiste, esistono solo le leggi di Murphy.

  4. crisalide77 ha detto:

    e aggiungo un p.s.
    come stai?????????

  5. Transit ha detto:

    La torta al sangue è davvero deliziosa. Ero riluttante, poi quel sapore di liquido dolciastro…che scorre nelle nostre strade del corpo umano… e, cosa non da poco per chi ha ha problemi di peso, si può fare a meno di aggiungere zucchero quando si fa l’impasto di torta.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...