Sfogatoio, it’s me!

Esiste un’applicazione (una app. tanto per fare i tipi al passo coi tempi) su tutti gli smartphone, che si chiama: Sfogatoio.
Se guardate bene nel playstore del vostro cellulare, la trovate anche sotto la voce Marilù.
Non a caso, quando usufruirete di questa applicazione, avrete a disposizione due opzioni:

– una è quella telefonica, c’è il simbolo della cornetta del telefono, basta che clicchiate su quel simbolo e subito sentirete la mia voce rassicurante pronta ad accogliere i vostri sfoghi.

– la seconda opzione è quella della mia presenza fisica, ma sappiate che questa comporta un pò di tempo in più, rispetto all’opzione telefonica. Non vi aspettate di vedermi materializzata davanti a voi se cliccate sul simbolo di una sagoma femminile che indossa una t-shirt dei sonic youth! Il tasto da cliccare è proprio quello però, lo avete trovato? Ecco, quando lo avrete visualizzato e ci avrete cliccato sopra, vi comparirà esattamente la posizione in cui io sono in quel preciso momento, con tanto di mappa satellitare e indirizzo, e se non siete pratici della zona, c’è street view che vi guiderà esattamente verso il luogo in cui io sono in quel momento. Una volta che mi avrete intercettata, ricordatevi che molto probabilmente non avrò la t-shirt dei sonic youth, poichè non sono come Dylan dog che ha una giacca nera e una camicia rossa in serie e indossa solo quelle. Quindi prestate bene attenzione a tutto il resto, ma vi assicuro che mi riconoscerete, perchè nel momento in cui avrete cliccato su quel tasto, io avrò ricevuto la vostra richiesta di attenzione e mi sarò posta in modalità di accoglienza.

Dopo aver spiegato i passi principali, adesso elenchiamo le funzioni esatte di questa app.
Se siete insicuri, stanchi, tristi, se siete attanagliati da dubbi, paure, se avete l’urgenza di essere compresi da qualcuno, se desiderate di essere accettati per quello che siete veramente, e non per quello che gli altri si aspettano voi siate, allora troverete me, ossia Marilù, la sagoma con la maglietta dei sonic youth di cui parlavo sopra.
I tipi di sfogo possono essere di vario genere, ne elenco alcuni, giusto per farvi capire se in futuro vorrete scaricare questa app. ma ricordate che qualunque sia il motivo per farvi cliccare quel pulsante, io non mi tirerò indietro.
Quel che sono pronta ad accogliere sono:
le frustrazioni, le indecisioni, la necessità di ricevere consiglio inerente a qualsiasi argomento, che sia un esame universitario, un ritardo del ciclo mestruale, un marito o una moglie che non vi danno più le giuste attenzioni, il desiderio impellente di tradire il vostro o la vostra compagna, i conseguenti sensi di colpa, approfondimenti sul preromanticismo inglese, la vostra ex che non riuscite a dimenticare, il vostro rapporto di coppia che è ormai finito, ma continuate a trascinarvelo dietro come una zavorra, perchè non avete il coraggio di affrontare le conseguenze della fine di un rapporto, l’assenza di dialogo col vostro partner, la paura di essere un fallimento, di aver fatto una serie infinita di errori che vi ha portato a vivere una vita che non sentite affatto, il non sapere cosa fare in una determinata situazione, qualunque sia la situazione, anche la più improponibile, la più trascendentale, la più inimmaginabile, diventerà semplice se la racconterete a me.
Vi ho per caso convinti?
Questo post è il risultato di un determinato periodo di tempo, in cui mi sono resa conto che sono io lo Sfogatoio, di gente che conosco da anni, di persone che incontro per caso sul treno, per strada, in fila alla posta, alla fermata del bus e così via…
Se esistono altri sfogatoi come me, allora contattatemi. Un raduno di sfogatoi potrebbe rimettere in sesto i miei pensieri cattivi nei confronti dell’umanità e soprattutto potrebbe farmi guadagnare un posto nel giardino di Gibran.

Annunci

9 thoughts on “Sfogatoio, it’s me!

  1. Transit ha detto:

    Simpatica iniziativa per un nuovo circolo Pickwick di Charles Dikens e ottima spiegazione. Cercherò di industriarmi per usufruire dell’app che sarà sicuramente divertente. Però aggia vedè si ‘ngarr’. Cià a te a ai tuoi futuri adepti.

  2. ilgattosyl ha detto:

    meglio sfogatoio che sfigatoio…. 😉

  3. Gintoki ha detto:

    Se mi è consentito vorrei fornire un parere legale pur non essendo laureato in giurisprudenza (però ho letto wikipedia e guardato Law & Order quindi sono più che qualificato) dovresti però correggere qualcosa onde evitare di essere accusata di pubblicità ingannevole o di fornire un prodotto diverso da come presentato…cioè se metti tshirt Sonic Youth sull’app poi non puoi presentarti con altro…Dovresti fare in modo che l’app si aggiorni col tuo outfit del momento.

  4. Transit ha detto:

    Crisà, oggi me song’ mise a sbarià cu ati cose, ma primma o poi te coglio ncopp’o fatto, semmai mentre te stai magnann’ ‘na pizza fritta
    addè figliole o addù vaco ‘e press a piazza Dante o ncopp’e Quartiere Spagnoli. Là ce stà ‘na tratturia ca si nun te muove e fai ambress’ te piglia a maleparole, però si capisce ca cercano ‘e pazzià. Cià bella filgiòla organizzatrice di guagliuni e guaglione sfrantummat’ ca però teneno ‘o vizzio ‘e ridere pure quanno ‘o fatto è niro niro comm’a cchè.

  5. Transit ha detto:

    Proprio adesso stavo “sfogliando” la rubrica, tua e del tuo socio jatt’, d’o napulitano e dintorni, quanno bello e bbuono si è appicciat’a lucella di avviso di un commento ncopp’a campanella in alto a destra. Ho perso il telefonino e al momento useremo ‘o piccione viaggiatori pe’ sapè addò stamm’. E a proposito del tuo sfogatoio, stamattina ho incontrato, erano due settimane che non la vedevo, ‘a venticinquenne di cui me song’ ‘nnammurat’. Aggio fatto a parte indifferente, ma è stata essa ca mi ha rivolto la parola. Mi sono venute le gambe molli e antrasatt’ me song’ addunucchiate ‘nterr’. Essa ha ditto:-Ma non ti senti bene?- E io pe’ nun dicere a verità, sarebbe a dicere ca essa medesima è ll’ammore mio, almeno in questo periodo, e redenn’ l’aggio risposta:- No, so sciuliato ncopp’a na scorza ‘e banana.- Essa ha guradata ‘nterra a terra non c’era niente, pulito come non mai e si è messa a ridere. E lei quando ride, m’accire ‘a salute, pecché è ancora cchiù attraente, luminosa e bella. Accussì aggio avutata ‘a capa ‘o cavallo e, facenno finta ‘e carè n’ata vota, me ne song’ juto cu ll’uocchie chin’e mmane vacante. Ma comm’ l’auciello nnammurata, ca canta p’a gipoia o ‘a pucundria, me fosse accuntentato ‘e nu vaso piccirillo…ma po’ se sap’ e vas’, i baci, so comm’e cerase.

    PS: E a proposio d’e cerase, adesso, clicca su jou tube e ascolata ‘E cerase, nell’interpretazione di Massimo Ranieri, bella asai.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...