Della felicità, delle troie e di altri pensieri

Ripercorrere certi sentieri in determinati momenti, non è proprio una genialata.
Tipo quando uno ti dice: ti ricordi quando facemmo questa determinata cosa? e come eravamo felici?
A me non viene in mente che eravamo felici, ma che eravamo giovani. E che avevamo altri pensieri in testa, altre desideri, altre speranze. Che poi non me lo ricordo quando son stata felice l’ultima volta, perchè forse dopo quella volta, il dolore ha inabissato tutto, anche la capacità di ricordare con chiarezza. Ora non è che voglio fare la lagna e lamentarmi delle cose che sono andate a puttane. Anche perchè non è che poi si risolve un cazzo a lamentarsi. No, voglio solo dire che a volte un vaffanculo diretto e ben assestato, bisogna pur dirlo a qualcuno, a qualcuno che se lo merita. Ma io non l’ho fatto! Che la diplomazia, l’educazione, il riguardo per certa gente, non sono meritati. Ma io lo capisco sempre troppo tardi, sempre quando gli altri hanno banchettato con quel che di te resta, al tavolo della tua morte. E sì, ma di che sto parlando? ah di nulla. A parte che sono stanca, piena di pensieri, ho le lamette nello stomaco e poi? E poi vorrei dire al tipo che non si è fermato allo stop e che per uno sputo di niente non mi ha scaraventata nella fontana in mezzo alla rotatoria, che quando mi ha dato della Troia, sicuramente non si è ricordato che chiama allo stesso modo anche la sua compagna durante i loro amplessi, e che lei accoglie con immensa gioia questo appellativo. Allora mi rivolgo a te,uomo o presunto tale, che non ti sei fermato allo stop: Non ti sembra quindi che dovresti fare un distinguo tra me, una perfetta sconosciuta e la tua amatissima compagna? Giusto per non offendere nessuno, soprattutto lei.
Ecco. Non aggiungo altro.

Annunci

25 thoughts on “Della felicità, delle troie e di altri pensieri

  1. quarchedundepegi ha detto:

    Perbacco! Hai rischiato la pelle?
    Mi dispiace veramente molto, ma son contento che è andata bene e hai potuto dirgli quello che si meritava.
    Per tutto il resto, è un mio piacere avere la certezza che riceverai i miei saluti. BUON GIORNO.
    Quarc

  2. Volevolaprinz ha detto:

    Cazzarola….cmq i Vaffanculo vanno liberati senza rimorsi, perché poi quelli ti rimangono in gola insieme al non detto.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...