Inverno sull’orlo

Questo sale nascosto fra le dita.
Ogni volta che la polvere dei sogni si apre sulle strade del mare,
la città delle campane si smaterializza e squarcia la cornice.
Nuvole di carta svenano i cuscini della specie.
Fino a tornare antimateria.

Alessandro Errico

Annunci

25 thoughts on “Inverno sull’orlo

  1. C ha detto:

    mi posso presentare così?

  2. crisalide77 ha detto:

    mi piace questo brano…mi da belle sensazioni….

  3. p ha detto:

    il tuo stesso Nick?

  4. P ha detto:

    certo che ho un nome…

  5. Carlo ha detto:

    ma perchè sta P

  6. Carlo ha detto:

    i chiamo Carlo e vengo da Roma, provincia per l’esattezza…Sacrofano, è a nord di Roma…

  7. p ha detto:

    Qui c’è un’atmosfera..speciale

  8. c ha detto:

    insomma non mi sembri la solita scema del web…con rispetto parlando

  9. c ha detto:

    ma forse lo scemo sono io…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...