Trilobiti 209# Camminando

Da ogni viaggio sono tornato con il ricordo di qualcuno più che di qualcosa.
Ho una conoscenza dei luoghi attraverso i racconti di uomini e donne incontrati lungo il cammino, e con gli occhi della memoria rivedo più facilmente le espressioni dei loro volti anziché la bellezza di tanti paesaggi. E molti di loro sono diventati amici con cui non ho perso il contatto, al punto che il motivo di altre partenze è stato tornare a rivederli per continuare a mantenere vive le passioni che ci accomunano: l’insopprimibile bisogno di contrastare il cinismo, l’intolleranza, il sopruso, l’arroganza dei vincitori di sempre.
Alcuni hanno combattuto e stanno ancora combattendo con le armi tutto questo, tanti altri lo fanno oggi con la parola scritta, con la musica, con il semplice (ma a volte costosissimo) rifiuto del silenzio. Raccogliere in questo libro le testimonianze è un piccolo contributo a non dimenticare che tutti i privilegi di questa fettina di mondo sono ottenuti in cambio di insostenibili ingiustizie imposte al resto, agli abitanti di almeno tre quarti del pianeta. L’oblio è sempre una colpa, perché la mancanza di memoria permette all’orrore di perpetuarsi. Un libro è certo poca cosa, ma può aiutare a sentirsi meno soli.

tratto da Camminando – incontri di un viandante di Pino Cacucci

Annunci

Spiccioli dell’anima 9# Cose preziose

Eccoci arrivati al nono appuntamento con la rubrica curata da quandolibuttivia.

La memoria. Sacca piena di cianfrusaglie che rotolano fuori per caso e finiscono col meravigliarti, come se non fossi stato tu a raccoglierle, a trasformarle in oggetti preziosi.