Confesso che ho vissuto

“Queste memorie o ricordi sono intermittenti e a tratti si smarriscono perché così appunto è la vita…Forse non vissi in me stesso: forse vissi la vita degli altri. Da quanto ho lasciato scritto in queste pagine sempre si staccheranno – come negli albereti d’autunno e come al tempo delle vigne – le foglie gialle che vanno a morire e le uve che rivivranno nel vino che è sacro. La mia vita è una vita fatta di tutte le vite: le vite del poeta”

(Pablo Neruda)

neruda

Trilobiti 242# confesso che ho vissuto

Annunci